La grandissima apertura mascellare del T-Rex

 

Un recente studio paleontologico ci dice che il Tirannosauro ed almeno un altro dinosauro carnivoro, erano in grado di aprire le loro mascelle con un angolo di 90 gradi.
D’altra parte, i dinosauri erbivori, avevano un’apertura mascellare inferiore, e questo ci suggerisce che il modo di nutrirsi e la dieta dei dinosauri erano strettamente legati alla possibilità di allargare di tanto, o di poco, la mascella.
“I dinosauri carnivori, come il Tyrannosaurus Rex o l’Allosaurus, sono spesso raffigurati con le fauci ampiamente aperte, presumibilmente per sottolineare la loro natura carnivora", ha dichiarato in un comunicato stampa l’autore Stephan Lautenschlager presso l'Università di Scuola di Scienze della Terra di Bristol. "Tuttavia, fino ad ora nessuno studio si è realmente concentrato sul rapporto tra la muscolatura della mascella, l'alimentazione e la massima apertura mascellare."

Lo studio, pubblicato sulla rivista Open Science della Royal Society, ha usato modelli digitali, basati sui fossili, e analisi computerizzate per dedurre la tensione muscolare che avveniva quando i dinosauri aprivano le loro fauci.

La ricerca ha esaminato non solo il T-Rex, ma anche un altro dinosauro carnivoro enorme come l’Allosaurus fragilis e l’erbivoro “Erlikosaurus andrewsi”. L'Erlikosaurus è stata una scelta interessante, dal momento che questo dinosauro era strettamente connesso ai dinosauri carnivori sebbene mangiasse principalmente piante.
L’apertura dell’erbivoro era di soli 45 gradi, equivalente a quella degli esseri umani. "Tutti i muscoli, compresi quelli utilizzati per la chiusura e l'apertura della mascella, possono allungarsi solo di una certa quantità prima di strapparsi", ha detto Lautenschlager. "Questo limita notevolmente di quanto un animale sia in grado di aprire le sue fauci e, quindi, come e che cosa può mangiare."
L'evoluzione umana chiaramente ha beneficiato della cottura del cibo e altre innovazioni di trasformazione alimentare che ci permettono di mangiare una grande varietà di alimenti, senza avere notevoli capacità delle mascelle.
Tra i dinosauri, il Tyrannosaurus Rex aveva il morso più forte di tutti (quasi 6 tonnellate di forza!), che avrebbe consentito a questo animale preistorico di strappare la carne e la pelle delle prede e di frantumarne le ossa.
"Sappiamo dagli animali carnivori di oggi, che di solito sono in grado di aprire le mascelle di più rispetto agli attuali animali erbivori, ed è interessante vedere che questo sembra valere anche nel caso dei dinosauri teropodi", ha detto Lautenschlager.
Per quanto riguarda gli animali ancora esistenti, l’ippopotamo ha una bocca ancora più ampia rispetto a qualsiasi dinosauro mai conosciuto, dato che esso può aprire la mascelle fino ad un incredibile angolo di 150 gradi. Ciò significa che un individuo alto 1,3 m potrebbe effettivamente stare in piedi nella bocca aperta di un ippopotamo.
Gli ippopotami sono considerati erbivori, ma sono stati osservati casi in cui si nutrono di carcasse quando le loro fonti alimentari preferiti sono scarse.

 

L'apertura mascellare del tirannosauro nel film Jurassic Park
L'apertura mascellare del T-Rex in uno dei film della saga sui dinosauri "Jurassic Park"