Rituali di corteggiamento dei dinosauri ed altre curiosità

 

Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports, i dinosauri si esibivano in rituali di accoppiamento simili a quelli degli uccelli moderni.

Le prove di questa cerimonia di accoppiamento sono state lasciate sotto forma di fossili datate 100 milioni di anni fa, secondo Martin Lockley, un professore di geologia presso l'Università di Denver, Colorado, e autore dello studio.

Gli uccelli maschi moderni eseguono un rituale di accoppiamento nel quale mostrano la loro abilità di “maschio fornitore” scavando, o costruendo degli pseudo nidi per potenziali compagne. Un team di ricerca internazionale guidato da Lockley ha scoperto dei grandi "graffi" nell’arenaria preistorica del Dakota, nel Colorado occidentale, segni che sono stati interpretati come prova di cerimonie esibitive tra dinosauri del Cretaceo.

"Quindi, questi “graffi” o “scavi” rappresentano una categoria finora non riconosciuta di prove fossili apparentemente associate a delle prime fasi comportamentali del ciclo di riproduzione di dinosauri teropodi non-aviari", scrive Lockley nello studio stesso.

Questi curiosi risultati sono una significativa aggiunta a quello che è attualmente un argomento importante nella ricerca paleobiologica: la connessione tra dinosauri e le specie di uccelli attuali. Nonostante numerose prove filogenetiche e morfologiche evidenziano somiglianze fisiche e biologiche, quest’ultima scoperta fornisce un raro esempio di prove comportamentali conservati sotto forma di fossili.

Nido con uova di dinosauro appena schiuseQuattro siti nel Cretaceo del Colorado sono stati identificati dal team come contenenti tracce di questa esibizione per l’accoppiamento. Le tracce sono significativamente distribuite su una vasta area, con tre siti scoperti nella parte occidentale dello stato e uno a est, suggerendo che tali rituali erano molto diffusi tra i dinosauri che popolavano la regione.

In un comunicato stampa, Lockley ha spiegato il significato del ritrovamento: "Questi sono i primi siti che evidenziano rituali di accoppiamento di dinosauro mai scoperti e la prima prova fisica del comportamento di corteggiamento. Questi enormi segni di scavi di “pseudo nidi” riempiono un vuoto mancante nella nostra comprensione del comportamento dei dinosauri".

Oltre 50 esempi di queste “raschiature” del substrato, arrivando fino a due metri di diametro, sono stati scoperti, in una zona ricca di orme di dinosauri sia carnivori che erbivori. Lockley, un paleontologo specializzato in orme di dinosauri, insiste che i "graffi" sono prove convincenti di “lek” (gruppi di maschi che si esibiscono insieme, in gruppo, per attirare una femmina), comportamento comune tra molti uccelli esistenti, che nidificano a terra." Nel suo studio fornisce prove  che i segni di raschiatura non sono di nidi veri e propri, ma nemmeno semplici scavi per un riparo, cibo o acqua.

Questa curiosità sui dinosauri conferma quanto i paleontologi potevano, in precedenza, solo intuire: il motore evolutivo conosciuto come "selezione sessuale" era presente anche tra i dinosauri. Sia gli uccelli che i mammiferi fin dalla preistoria hanno usato la competitività tra maschi come base per la riproduzione. I maschi in cerca di una compagna competono con i loro rivali per conquistare l'affetto di femmine, che scelgono l’esemplare più impressionante per riprodursi. Nel caso di esibizioni nella costruzione di nidi, gli "pseudo nidi" sono un mezzo per i maschi per dimostrare la loro idoneità come compagno.

Secondo Lockley "questa è la prova fisica di preliminari preistorici molto simil a quelli degli uccelli di oggi. Gli uccelli moderni che si esibiscono in questo tipo di cerimonie di corteggiamento di solito lo fanno vicino ai loro siti di nidificazione finali. Così le prove fossili dei “graffi” offrono un indizio allettante che suggerisce che i dinosauri "in calore" potrebbero essersi riuniti qui milioni di anni fa per riprodursi e quindi il nido è nelle vicinanze."