Allosauro

 

Allosauro: il famoso dinosauro carnivoro, come "Big Al"

 

L'Allosauro o Allosaurus è stato uno dei primi dinosauri ad essere scoperto, i suoi fossili sono abbondanti, il che lo rende un beniamino sia dei paleontologi, che degli appassionati di fossili e dinosauri.

Questo grande teropode (dinosauro carnivoro bipede), che è il fossile simbolo dello stato di Utah, è vissuto da 155,7 milioni a 150,8 milioni di anni fa, durante il periodo Giurassico. Quello dell'allosauro è il fossile di dinosauro più comune trovato nella cava di Cleveland-Lloyd nello Utah, un sito che contiene la più alta concentrazione di ossa di dinosauro del Giurassico in tutto il mondo. Su almeno 74 dei resti di dinosauri trovati alla cava circa 46  sono esemplari di Allosaurus, secondo l'US Bureau of Land Management. La maggior parte dei fossili di Allosauro rinvenuti ad oggi, tuttavia, provengono dalla Formazione Morrison, che è centrato nel Wyoming e Colorado. Fossili probabilmente appartenenti all’Allosauro sono stati scoperti anche in diversi altri luoghi in tutto il mondo, tra cui il Portogallo, la Siberia e la Tanzania.

Il nome Allosauro deriva dal greco allos ("diverso" o "altro") e sauros ("lucertola"). E' stato chiamato così perché le sue vertebre erano diverse da qualsiasi altro dinosauro noto al momento della sua scoperta nel 1877. In particolare, alcune delle vertebre di Allosaurus fragilis (dal latino "fragile") erano concave su entrambi i lati e contenevano delle cavità poco profonde, dando loro una forma a clessidra - caratteristiche che riducono la forza delle ossa ma le rendendono più leggere. Gli spazi vuoti in queste vertebre del collo e della parte anteriore della schiena si trovano anche negli uccelli di oggi e si crede che potessero aver contenuto delle sacche d'aria per la respirazione.

A parte Allosaurus fragilis, non è chiaro quante altre specie di Allosaurus sono esistite - fino a otto specie diverse sono state proposte negli ultimi 30 anni. "Allosauridi dal tardo Giurassico trovati nella Formazione Morrison sono aggregati in un genere singolare che contiene un paio di specie", ha detto il paleontologo Matthew Mossbrucker, direttore e capo curatore del Museo di Storia Naturale Morrison. "Ma la realtà della diversità di questi animali è poco riconosciuta". Solo una manciata di specie è considerata valida in questo momento, anche se la questione su quali specie sono da considerarsi valide è ancora dibattuta. Attualmente, ci sono quattro specie di Allosauro nordamericano "inequivocabili" (Allosaurus fragilis, Allosaurus atrox, Allosaurus jimmadseni e Allosaurus lucasi), secondo uno studio del 2014 sulla rivista Volumina Jurassica.

In ogni caso, l’Allosauro era un carnivoro enorme. Gli esemplari più grandi potevano competere con il T. Rex in dimensioni, arrivando dai 12 ai 13 metri in lunghezza e dai 4,5 ai 5 metri di altezza, secondo una analisi del 1976 sull'Allosauro fragilis pubblicata nel Utah Geological Survey. Le stime sul peso dell’allosauro variano, ma i modelli del famoso esemplare A. fragilis chiamato "Big Al" suggeriscono che il dinosauro pesava più di 1.500 chilogrammi in età adulta, secondo uno studio del 2009 sulla rivista Palaeontologia Electronica.

L'Allosauro probabilmente raggiungeva il massimo delle dimensioni intorno ai 15 anni e viveva fino a 28 anni, secondo uno studio del 2006 sul Journal of Morfology.

Questo dinosauro aveva un collo corto e un cranio stretto e allungato, che era sproporzionatamente grande, simili a quelle di altri grandi carnivori teropodi. Ma a differenza di altri teropodi, aveva un paio di piccole corna sopra gli occhi, che erano estensioni delle ossa lacrimali del cranio. Aveva anche delle creste che correvano lungo la parte superiore delle ossa nasali fino ad arrivare alle piccole corna menzionate in precedenza.

La bocca del dinosauro conteneva decine di denti affilati, seghettati ai bordi anteriori e posteriori della bocca. Le ossa che formano la punta del muso (premaxilla) contenevano cinque denti, mentre la mascella superiore e quella inferiore contenevano tra i 14 e i 17 denti ciascuna. I denti probabilmente venivano persi facilmente durante l'alimentazione e venivano continuamente sostituiti, secondo l'analisi del 1976 precedentemente menzionata.

Il corpo massiccio dell’Allosauro era sostenuto da due potenti arti posteriori e da una grande coda. Ogni piede di questo dinosauro aveva tre dita che sostenevano il peso della bestia ed uno sperone interno. I modelli suggeriscono che il dinosauro poteva correre fino ai 33,8 km orari, grazie alle nuove informazioni su questo dinosauro e ad uno studio del 2007 nella rivista Proceedings of the Royal Society B.

 

Che cosa mangiava l’Allosauro?

Questo dinosauro banchettava soprattutto di grandi dinosauri erbivori, ed i paleontologi hanno a lungo pensato che il dinosauro attaccasse anche gli Stegosauri. Nel 1914, il paleontologo CW Gilmore ha descritto i tre spuntoni della coda di uno Stegosauro che si sono rotti o deformati durante la vita del dinosauro, suggerendo che i combattimenti con altri dinosauri erano abbastanza intensi da rompere i suoi spuntoni. Più di recente, i ricercatori hanno portato alla luce ulteriori prove dirette di queste battaglie epiche tra dinosauri. Ad esempio, i paleontologi hanno trovato una vertebra della coda di un Allosauro con una ferita che corrisponde alla forma dello spuntone della coda di uno Stegosauro, ed un osso del collo di uno Stegosauro con i segni di un morso a forma di U che corrisponde alla forma delle fauci dell’Allosauro. Nel corso della riunione annuale della Geological Society of America 2014, Mossbrucker ed i suoi colleghi hanno presentato un osso del bacino di un Allosauro con una ferita da “pugnalata” che aveva la forma conica di uno spuntone della coda di uno Stegosauro. L'osso non presentava alcuna evidenza di guarigione, suggerendo che la ferita è stata fatale per il carnivoro, ha detto Mossbrucker.

L’Allosauro era in grado di uccidere sauropodi (erbivori dal collo lungo) di dimensioni medie o grandi saurischi, come l’ Apatosauro, se erano malati o feriti. Era un predatore feroce e aggressivo, come indicato dai segni di denti scoperti sulle vertebre di un Apatosauro. Il dinosauro potrebbe essere stato in grado di attacare un Apatosauro sano, completamente sviluppato, se avesse cacciato in branco, anche se è ancora discusso se questi dinosauri collaborassero effettivamente  in questo modo (infatti, un’altra teoria suggerisce che possono essere stati aggressivi l'uno verso l'altro).

Come il Tirannosauro e altri grandi carnivori, anche l’Allosaurus probabilmente si nutriva di carcasse. "L'idea di "predatori puri" contro "spazzini puri" è contraddetta dalla realtà dell’ecologia", ha detto Mossbrucker. "Oggi, tutti i più grandi carnivori sono opportunisti - semplicemente consumano le proteine che trovano più facilmente a disposizione in quel determinato momento".

Nonostante il suo grande cranio, il dinosauro aveva un morso più debole di quello degli alligatori, dei leoni e dei  leopardi, suggerisce uno studio del 2001 sulla rivista Nature. Per questo motivo, alcuni ricercatori ritengono che il dinosauro potrebbe aver usato il suo cranio come una scure, infilzando le mascelle superiori nella sua preda e poi strappando la carne con i denti da taglio. Uno studio del 2013 sulla rivista Palaeontologia Electronica suggerisce che il dinosauro era capace di muovere la testa ed il collo per compiere i movimenti necessari per strappare la carne nel modo descritto in precedenza, in modo simile a come fanno i falchi per cibarsi.

 

Reperti fossili

Il primo Allosauro è stato scoperto nel 1877 in Colorado e fu nominato da Othniel Charles Marsh. La scoperta forniva solo alcuni frammenti del dinosauro. Marsh ha continuato a nominare altri esemplari di dinosauri apparentemente uniche, che, con il tempo, si sono rilevati essere fossili di Allosauro, causando un bel po' di confusione nella documentazione iniziale di questo dinosauro.

Uno scheletro più completo di Allosauro è stato scoperto nel 1879 da HF Hubbell, ma non è stato studiato in quel momento. Nel 1903, dopo la morte di Hubbell, l'esemplare è stato infine esaminato e si è rivelato essere uno degli scheletri di teropodi più completi rinvenuti fino ad oggi.

Nel 1991, un team composto da ricercatori del Museo delle Montagne Rocciose e del Museo Geologico dell’Università del  Wyoming hanno trovato un fossile di Allosauro vicino Shell, in Wyoming, che era al 95% intatto; lo hanno soprannominato "Big Al". Nel 1996, lo stesso team ha scoperto "Big Al 2 ", lo scheletro di Allosauro meglio conservato fino ad oggi.