Tirannosauro: il T-Rex

 

Il tyrannosaurus rex: uno dei predatori più grandi e feroci di tutti i tempi

 

Oltre ad essere uno dei più grandi dinosauri carnivori noti finora, il Tyrannosaurus Rex, meglio noto come "T. Rex" o "Tirannosauro", è probabilmente il dinosauro più famoso, grazie ad una grande esposizione mediatica. Era il dinosauro cattivo protagonista nel film "Jurassic Park" ed ha una famosa mostra permanente presso il Museo Americano di Storia Naturale di New York City.

Il nome Tyrannosaurus Rex significa "re delle lucertole tiranno": "Tyranno" significa tiranno in greco; "Saurus" significa lucertola in greco, e "Rex" significa "re" in latino. Fù Henry Fairfield Osborn, nel 1905, allora presidente del Museo Americano di Storia Naturale, ad assegnargli il nome Tyrannosaurus Rex.

Il T-Rex apparteneva alla famiglia tyrannosauroidea che comprendeva enormi e feroci dinosauri predatori, con delle piccole braccia che finivano con 2 artigli. Altri membri della famiglia dei tirannosauridi sono l’Albertosaurus, Alectrosaurus, Alioramus, Chingkankousaurus, Daspletosaurus, Eotyrannus, Gorgosaurus, Nanotyrannus, Prodeinodon e Tarbosaurus.

Fino alla metà degli anni 90 si pensava che il tirannosauro fosse il più grande predatore mai esistito. Ma poi gli scienziati scoprirono il “Giganotosauro” (“Giganotosaurus Carolinii”), un dinosauro lungo 14 metri vissuto in Argentina circa 100 milioni di anni fa. Le più recenti scoperte invece indicano che lo “Spinosauro” potrebbe essere stato ancor più grande, fino a 17 metri di lunghezza.

 

Una figura imponente

Il più grande e più completo scheletro di Tyrannosaurus Rex mai scoperto è stato soprannominato "Sue", dal paleontologo Sue Hendrickson, colui che lo scoprì. Le misure di Sue suggeriscono che il T-Rex è stato uno dei più grandi dinosauri carnivori di sempre, arrivando fino a 4 metri di altezza sui fianchi (punto più alto del dinosauro in quanto non aveva una posizione eretta) e fino ai 12.3 m in lunghezza. Una recente analisi di Sue, pubblicata nel 2011 nella rivista PLoS ONE, indica che il Tirannosauro pesava fino a 9 tonnellate. Questo rettile preistorico aveva gambe forti e una potente coda, che controbilanciando la sua grande testa (il cranio di Sue misura 1,5 m di lunghezza), gli permetteva di muoversi rapidamente. Lo studio del 2011, che ha anche modellato la distribuzione muscolare e ha determinato il centro di massa di questo dinosauro, suggerisce che il gigante poteva correre con una velocità tra i 17-40 km/h. I suoi avambracci che finivano con due dita erano deboli, per questo è improbabile che il Tirannosauro li utilizzasse per uccidere o per portarsi la preda alla bocca. "Noi ancora non sappiamo per cosa sono state utilizzate le piccole braccia", ha detto il paleontologo David Burnham dell’Università del Kansas. Il vero lavoro contro la preda era svolto dal cranio spesso e massiccio del dinosauro. Il Tyrannosaurus Rex aveva il morso più forte di qualsiasi animale terrestre che sia mai vissuto, secondo uno studio del 2012 pubblicato nella rivista Biology Letters. Il morso del T-Rex poteva esercitare fino a 57.000 Newton (quasi 6 tonnellate), che è più o meno equivalente alla forza esercitata da un elefante di media grandezza seduto.

Questo grande predatore aveva una bocca piena di denti seghettati; il più grande dente di dinosauro carnivoro mai trovato misura circa 30 centimetri di lunghezza. Ma non tutti i denti di questo grande dinosauro carnivoro avevano la stessa funzione, secondo uno studio 2012 nella Canadian Journal of Earth Sciences. In particolare, i denti anteriori del dinosauro servivano per afferrare e tirare la preda; i suoi denti laterali laceravano la carne, ed i suoi denti posteriori tagliavano a pezzi la carne e spingevano il cibo verso la gola. È importante sottolineare che i denti del T-Rex erano larghi e un po' smussati (piuttosto che essere piatti e simili a dei pugnali), il che permetteva ai denti di resistere alle forze esercitate durante la lotta con la preda, rivela lo studio.

 

Cosa mangiava il Tirannosauro?

Il T. Rex era un dinosauro carnivoro enorme e mangiava soprattutto dinosauri erbivori, tra cui Edmontosaurus e Triceratopo. “Il predatore si procurava il cibo attraverso la caccia e lo sciacallaggio, cresceva con un passo incredibilmente veloce e mangiava centinaia di chili di cibo alla volta”, dice Burnham. "Il T. Rex era probabilmente un dinosauro opportunistico e probabilmente si nutriva di carcasse, che non erano una fonte di cibo molto abbondante e adeguata", dice Burnham. "I T. Rex probabilmente avevano una vita dura. Dovevano andare fuori e uccidere per procurarsi il cibo ogni volta che avevano fame”.

Per molti anni, le prove che il tirannosauro cacciasse veramente per ottenersi i pasti erano circostanziali e comprendevano cose come ossa con segni di morsi, denti vicino a delle carcasse e tracce del piede che suggeriscono inseguimenti; ma in uno studio del 2013 nella rivista della National Academy of Science, Burnham ed i suoi colleghi hanno presentato una prova diretta della natura predatoria del T-Rex: un dente di tirannosauro incastrato nel coccige di un dinosauro ornitorinco, che guarì incorporando il dente, il che indica che il dinosauro ornitorinco è riuscito a sfuggire al temibile Tirannosauro. "Abbiamo trovato la pistola fumante!" ha detto Burnham. "Con questa scoperta, ora sappiamo che il mostro dei nostri sogni è reale."

Questo dinosauro non si tirava indietro dal mangiare un altro tirannosauro, secondo un'analisi pubblicata nel 2010 su PLoS ONE che mostra ossa di Tyrannosaurus Rex con squarci profondi creati da denti di un altro T-Rex. Tuttavia, non è chiaro se i dinosauri cannibali combattessero fino alla morte o semplicemente mangiavano carcasse della loro stessa specie.

Gli scienziati non sono sicuri se il T Rex cacciasse da solo o in branco. Nel 2014, i ricercatori hanno trovato delle tracce di dinosauro ai piedi delle Montagne Rocciose canadesi nella British Columbia: delle sette tracce, tre appartenevano a tirannosauridi, molto probabilmente ad Albertosaurus, Gorgosaurus o Daspletosaurus. Lo studio suggerisce che almeno i parenti stretti del T-Rex cacciavano in branco.

  

Quando e dove ha vissuto il Tyrannosaurus Rex

Fossili di tirannosauro sono stati trovati in una varietà di formazioni rocciose risalenti all'età Maastrichtiano del Cretaceo superiore, che durò da 67 a 65 milioni di anni fa, verso la fine dell'era mesozoica. E' stato uno degli ultimi dinosauri non volanti ad esistere prima della estinzione di massa del Cretaceo-Paleocene, che porto alla estinzione dei dinosauri.

Più mobile rispetto a molti altri dinosauri terrestri, il tirannosauro vagava per tutto il territorio che ora è la parte occidentale dell'America del Nord, in quel tempo un'isola-continente nota come Laramidia. Secondo il National Geographic sono stati rinvenuti più di 50 scheletri di T-Rex. Alcuni di questi resti sono scheletri quasi completi, e almeno uno di questi includeva tessuti molli e proteine. Il cacciatore di fossilli Barnum Brown ha scoperto il primo scheletro parziale di un tirannosauro nella formazione di Hell Creek, nel Montana, nel 1902; in seguito ha venduto questo campione al Carnegie Museum of Natural History di Pittsburgh. Un'altro ritrovamento fossile di Tyrannosaurus Rex, sempre suo ed anche questo da Hell Creek, è in mostra presso il Museo Americano di Storia Naturale di New York.